Incontro alla fame

Ogni 10 secondi, un bambino nel nostro mondo muore di fame, muore solo perché nessuno intorno a lui o a lei aveva sufficiente cibo da dargli affinché potesse continuare a vivere. Quel bambino o quella bambina mentre leggi sta respirando per l’ultima volta: ADESSO è [email protected]– da quando hai iniziato questo testo, sono passati circa 10 secondi per arrivare alla parola “adesso”.
Ogni giorno nel mondo muoiono quasi 100mila persone a causa della fame e delle malattie dovute a carenze di micronutrienti. Numericamente, è come se ogni singolo giorno sparisse l’intera città di Ancona o di Udine perché tutti i suoi abitanti sono morti di fame. Un quarto di loro muoiono di fame in senso stretto; un terzo di loro sono bambini. La fame nel mondo è in aumento: più di una persona su 10 soffre per la fame sulla Terra. L’attuale situazione mondiale ha ulteriormente esasperato le condizioni di chi già soffriva per la fame.
Io scelgo di essere abitante di un pianeta dove nessuno muore di fame. La nostra Gaia è incredibilmente abbondante e infaticabilmente generosa. C’è posto e cibo per tutti. Scelgo di liberarmi dai sensi di colpa per ciò che è; sono grata per ciò che è e che ho. Scelgo un mondo dove nessuno soffre e muore per la penuria di cibo. Scelgo di andare incontro alla fame.
Un viaggio-medicina a cui tutti possiamo partecipare, come esseri umani, come cittadini di questo pianeta, come consumatori di questo mercato, come chef di questi alimenti. Non è più il momento di essere contro, è l’ora di sapere che siamo i creatori del nostro mondo.
Ho bisogno di alleati per il grandioso progetto ‘Incontro alla fame’. Grandioso perché, con amore, umiltà, unione e fiducia sacra, possiamo trasformare l’Universo. ‘10mila bambini, ogni secondo, ridono con la bocca piena di cibo’: queste sono i dati planetari che vogliamo snocciolare.
Contattami, per favore. Mettiamo insieme le nostre intenzioni, soldi, talenti, risorse, tempo, energie, doni e andiamo mano nella mano Incontro alla fame.